Test Impedenziometrico

STUDIO DELLA COMPOSIZIONE CORPOREA, STATO DI NUTRIZIONE E DI IDRATAZIONE: LA BIA

impedenziometro1

Il test impendenziometrico, o Bioimpedenziometria, è una tecnica strumentale fra le più affidabili per la stima della composizione corporea. E’ ad oggi utilizzata in molteplici ambiti della medicina: dietologia, medicina dello sport, nefrologia, cardiologia, geriatria, pediatria, e molti altri.

Il test si basa sulla misura della resistenza opposta dal corpo al passaggio di una corrente a bassissima intensità e si ottiene applicando quattro elettrodi (2 alla mano e 2 al piede) posizionati in modo standard. Il paziente, supino e non a contatto con elementi metallici, può tenere scoperti anche solo mano e piede durante l’effettuazione dell’analisi. Grazie alla tecnologia dello strumento, l’esecuzione delle misure avviene in modo rapido e ripetibile.

I valori bioelettrici di Resistenza (RZ) e Reattanza (Xc) misurati dallo strumento sono analizzati da un avanzatissimo software: il risultato ottenuto è una analisi accurata dello stato di nutrizione, dello stato di idratazione ed una valutazione attendibile della composizione corporea e dei seguenti dati:

Massa Magra
Metabolismo basale
Massa Grassa
Acqua Extracellulare
Massa Tissutale Attiva

Questa tecnica ricopre un ruolo essenziale in tutti i campi della dietologia e nutrizione applicata. Nel dimagrimento, ad esempio, permette di stabilire se il calo ponderale avviene effettivamente a carico della massa grassa oppure a discapito della massa magra, che invece ogni schema dietetico equilibrato dovrebbe preservare.

Nello sport professionistico ed amatoriale, consente di monitorare le variazioni dei vari compartimenti corporei durante l’allenamento e lo stato di idratazione dell’atleta, parametri sulla base dei quali è possibile suggerire modifiche in grado di migliorare notevolmente la performance atletica.

Non a caso tutte le società sportive professionistiche includono il test impedenziometrico fra le valutazioni indispensabili da effettuare periodicamente su ciascun atleta.