GRASSO ADDOMINALE, BMI E SALUTE

Negli ultimi anni diversi studi hanno mostrato come i principali pericoli per la salute derivano dall’accumulo di grasso viscerale (misurato indicativamente attraverso le circonferenza addominale, vita e fianchi),  e non, o almeno non soltanto,  da valori elevati di BMI o da un sovrappeso conclamato.

Questo aspetto, ancora poco conosciuto ai non addetti ai lavori, suggerisce un elemento di novità fondamentale: esistono persone che pur avendo un peso corporeo “normale”, possono essere fortemente a rischio cardiovascolare e, al contrario, vi sono individui in sovrappeso che, da un punto di vista metabolico risultano più sani dei primi!

Uno fra i più recenti lavori, effettuato su campione di oltre 12.000 pazienti, ha infatti evidenziato come nella popolazione studiata il gruppo di individui di peso normale ma con eccesso di adipe a livello addominale riportasse il più alto tasso di morte, superiore addirittura a quello dei soggetti considerati obesi sulla base del BMI.

Altri ricercatori hanno pubblicato risultati simili, confermando che troppo grasso intorno all’addome mette le persone a maggior rischio di malattie cardiache e  cancro rispetto alle persone che hanno un indice di massa corporea simile, ma che hanno il loro grasso distribuito in altre parti del corpo.

Le considerazioni che possono essere tratte sono interessanti:

1) il controllo del grasso della pancia è più importante del controllo del peso in generale

2) la distribuzione del grasso è molto importante anche per gli individui con un peso normale

3) il rischio di malattie cardiache può essere rilevante anche nelle persone con peso normale, se vi è un eccesso di tessuto adiposo addominale.

7841_10151784155670589_75229449_n

Dott. Marco De Robertis

– – – – – 

Bibliografia:

1) Rexford S. Ahima, Mitchell A. Lazar, The Health Risk of Obesity — Better Metrics Imperative, Science 23 August 2013, vol. 341 no. 6148 pp. 856-858 

2) Bener A, Yousafzai MT, Darwish S, Al-Hamaq AO, Nasralla EA, Abdul-Ghani M., Obesity index that better predict metabolic syndrome: body mass index, waist circumference, waist hip ratio, or waist height ratio., J Obes. 2013;2013:269038.

3) Pischon T, et al. General and abdominal adiposity and risk of death in Europe. N Engl J Med 2008; 359: 2105-20

4) Wang Y, Rimm EB, Stampfer MJ, Willett WC, Hu FB.Comparison of abdominal adiposity and overall obesity in predicting risk of type 2 diabetes among men.  Am J Clin Nutr 2005; 81: 555-63

 

 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –