ALIMENTAZIONE: COME “SOPRAVVIVERE” ALLE FESTIVITA’ NATALIZIE?

natalemangia

sfsdf
Le Festività Natalizie rappresentano il periodo in cui ci si ritrova con amici e parenti, si gustano le prelibatezze della nostra tradizione culinaria, si saluta un anno che finisce riponendo sogni e speranze nell’anno che verrà. Spesso però, a causa degli eccessi della tavola perpetuati in questi giorni, capita di ritrovarsi dopo le feste con qualche chilo in più.

ghj

Come riuscire allora nell’ardua impresa di godersi il Natale, con tutte le sue bontà gastronomiche, senza perdere di vista forma fisica e salute?

Ebbene sì, esistono alcuni semplici accorgimenti che possono aiutarci a “limitare” i danni, pur concedendoci quel che onora la tradizione!

1) Rispettare il calendario. Nei giorni “rossi” è comprensibile e assolutamente legittimo partecipare a cene e pranzi fastosi. Ponete una maggiore attenzione ai giorni lavorativi a cavallo fra le festività.

Sarebbe un errore pensare di poter mangiare quando e quanto si vuole dal 24 Dicembre al 6 Gennaio!

2) Mangiare con consapevolezza. Liberate la mente dai sensi di colpa e godetevi le vostre pietanze preferite, ma proponetevi di alternare in modo equilibrato i pasti liberi e abbondanti a pasti più leggeri per recuperare gli eccessi. Come pasto di recupero, ad esempio, potreste consumare verdure in abbondanza accompagnate da un piatto proteico magro (carne bianca o pesce) e una fetta di pane integrale.

3) Gustatevi un buon bicchiere di vino, meglio se rosso, per brindare alla salute dei vostri cari, ma nei giorni feriali evitare le bevande alcooliche, così come gli aperitivi e gli stuzzichini durante la giornata (noccioline, patatine, ecc). Questi prodotti hanno scarso potere saziante ma fanno lievitare il numero di calorie che assumete senza darvene consapevolezza.

4) Mangiare più lentamente ed evitare il bis, soprattutto quando sono previste numerose portate. La velocità con cui spesso divoriamo le pietanze ci induce ad introdurre quantità maggiori di cibo.

5) Non tralasciare mai le verdure. Anche quando sono previsti antipasti, primi, secondi e dolce (sigh!), il contorno di verdure deve essere sempre presente, poichè contribuisce a riempire lo stomaco e ad attenuare il carico glicemico del pasto, grazie al prezioso contenuto in fibre.

6) Evitare di consumare gli avanzi delle pietanze più ricche e dei dolci nei giorni successivi alla festa. Se il giorno di Natale abbiamo preso un bel dolce e quel che è avanzato ci fa gola ogni volta che attraversiamo la cucina, piuttosto che mangiare una fetta di panettone a fine pasto o a merenda, potremmo scegliere di consumarne una piccola quantità al mattino, come alternativa alla nostra consueta colazione.

7) Mantenersi dinamici praticando attività fisica: passeggiare, andare in bici o fare un po’ di cyclette davanti alla TV sono attività alla portata di tutti, ed andrebbero eseguite tutti i giorni per almeno 30 minuti. Per i più giovani ed i più attivi, via libera agli sport ad intensità più elevate.

E se tutto questo non dovesse bastare …. niente paura! Contattatemi per una consulenza nutrizionale personalizzata!

Vi ricordo che le sedi in cui ricevo sono: PORTO SAN GIORGIO – FERMO, SANT’ELPIDIO A MARE, ANCONA

Se volete avere anche semplici informazioni non esitate a contattarmi al N. 3205742382 , oppure visitate il sito www.derobertisnutrizione.it

Buon Natale e felice anno nuovo a tutti!

Dott. Marco De Robertis

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –